Home Pubblico La Verona di Tommasi non crede più ai miracoli, la sfida è dentro la destra

La Verona di Tommasi non crede più ai miracoli, la sfida è dentro la destra

by ganesh5557@gmail.com

VERONA – Tre mesi fa la città del primo congresso della Repubblica sociale di Salò, ultima spiaggia di Benito Mussolini, è stata la grande sorpresa del centrosinistra largo di Damiano Tommasi: un’isola di discontinuità nel Veneto ancora dominato dalla Lega del governatore Luca Zaia. Rottamato Mario Draghi, proprio grazie ai voti del centrodestra, i riflettori elettorali del Nordest sono così puntati oggi sul caso-Verona. Domenica qui si può consumare il bis riformista, o la resa dei conti tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni: dopo 77 anni per il partito della destra italiana sarebbe l’inedito ritorno a prima forza cittadina.

“Difficile – dice Raffaele Boscanini, presidente di Assindustria – una conferma dell’effetto Tommasi. In giugno si è scelto il...

Continua a leggere - La Verona di Tommasi non crede più ai miracoli, la sfida è dentro la destra

repubblica.it

You may also like