Home Pubblico La costituzionalista Tania Groppi: “In piena rivoluzione digitale, anche per la Consulta è un dovere essere aperta e trasparente con i cittadini”

La costituzionalista Tania Groppi: “In piena rivoluzione digitale, anche per la Consulta è un dovere essere aperta e trasparente con i cittadini”

by ganesh5557@gmail.com

È un dovere, anche per la Consulta, comunicare le sue decisioni? “Certo che lo è, perché si tratta di un dovere costituzionale”. Non ha dubbi Tania Groppi, ordinaria di Istituzioni di diritto pubblico all’Università di Siena, dove insegna anche Diritto comparato, che venerdì sarà a Bologna per partecipare al seminario “Corte costituzionale e opinione pubblica”, promosso dalla rivista Quaderni costituzionali e dal Mulino, e che con Repubblica affronta i temi più caldi del dibattito su Consulta e informazione in questo scorcio d’anno.  

È in subbuglio la nostra Corte costituzionale. Dopo cinque anni di “dialogo” con il mondo esterno – grazie alla guida di una giornalista come Donatella Stasio – ecco prevalere la linea fedele all’assunto “la Corte parla

...

Continua a leggere - La costituzionalista Tania Groppi: "In piena rivoluzione digitale, anche per la Consulta è un dovere essere aperta e trasparente con i cittadini"

repubblica.it

You may also like