Home Pubblico Boschi: “Banca Etruria, caso chiuso. Ho pianto per mio papà innocente. Contro di me anche insulti sessisti”

Boschi: “Banca Etruria, caso chiuso. Ho pianto per mio papà innocente. Contro di me anche insulti sessisti”

by ganesh5557@gmail.com

Assolto perché il fatto non sussiste. Il tribunale di Arezzo ha stabilito che sul crac di Banca Etruria non c’è stata bancarotta colposa. Dopo “un calvario durato sette anni mio padre Pierluigi è stato assolto dall’ultima accusa che gli veniva mossa”, annuncia sui social Maria Elena Boschi. Un capitolo doloroso, per l’ex ministra di Iv, che “si chiude nell’unico modo possibile: con la certezza che il babbo era innocente”.

Onorevole Boschi oggi per la sua famiglia è la fine di un incubo?
“Sì. La vicenda Banca Etruria ci ha sconvolto la vita. La mia famiglia è stata additata per anni come responsabile dei più grandi scandali bancari del Paese. Non era vero nulla. Adesso lo sa tutta l’Italia. Io...

Continua a leggere - Boschi: "Banca Etruria, caso chiuso. Ho pianto per mio papà innocente. Contro di me anche insulti sessisti"

repubblica.it

You may also like